22 aprile: Giornata Mondiale della Terra. Diciamo no al littering!

il

L’associazione Road to green 2020 celebra la ricorrenza, invitando ad avere maggior rispetto per l’ambiente, e fornendo alcuni semplici consigli per la vita di tutti i giorni

Buona Giornata Mondale della Terra! In tutto il mondo da oltre 50 anni il 22 aprile si celebra questa ricorrenza per ricordarci di prenderci cura dell’ambiente, e che non abbiamo un Pianeta B in cui fuggire una volta distrutto questo.

Deforestazione, inquinamento, sfruttamento indiscriminato delle risorse naturali… Gli esperti hanno più volte lanciato l’allarme, ammonendo la popolazione mondiale che il cosiddetto “punto di non ritorno” è sempre più vicino, e il momento giusto per fare qualcosa non è domani o nei prossimi anni, ma oggi.

Ognuno di noi può fare qualcosa per cambiare la direzione presa negli ultimi anni. A volte un piccolo gesto può davvero fare la differenza, soprattutto se moltiplicato per ognuno degli abitanti della terra. – Commenta Barbara Molinario, Presidente di Road to green 2020, associazione che da anni lavora per promozione della sostenibilità ambientale – In occasione di questa giornata, così importante per chi lotta per la tutela dell’ambiente, vorrei porre l’attenzione sul littering, cioè l’abbandono di piccoli rifiuti. Quello che ad alcuni può sembrare un gesto innocuo, perché in fondo quello è solo un oggetto piccolissimo, in realtà può avere un impatto enorme sull’ambiente, minandone gli equilibri. Inoltre, potrebbe venire ingerito da animali, ed essere per loro potenzialmente tossico”.

Cos’è il littering?

Di littering, purtroppo, si parla poco, ma basta fare una passeggiata in un bosco, in spiaggia, o anche in città per rendersi conto di quanto sia diffusa questa cattiva abitudine.

Anche se piccoli, i rifiuti abbandonati possono impiegare davvero molto tempo a decomporsi, ad esempio, un mozzicone di una sigaretta senza filtro impiega tra i 6 e i 12 mesi per dissolversi, dai 5 ai 12 anni se ha il filtro, un chewing gum almeno 5 anni, un fazzoletto di carta da 1 a 6 mesisacchetti o involucri leggeri in plastica da 10 a 20 anni, anche se secondo alcuni studi si potrebbe arrivare anche a 1.000 anni per una decomposizione completa, e, sebbene si tratti di qualcosa composto da sostanze organiche, gli escrementi di cane possono impiegare settimane o mesi a decomporsi del tutto.

Combatti il littering con Road to green 2020!

Per questo motivo, Road to green 2020 ha individuato alcuni semplici comportamenti da adottare nella vita di tutti i giorni, per contrastare il littering:

  • Se fai un pic nic nella natura, porta con te delle buste per i rifiuti.
  • Se vai in spiaggia, porta con te un sacchetto per i rifiuti.
  • Se sei un fumatore, porta sempre con te un posacenere portatile.
  • Se fai un acquisto in un negozio, non gettare mai a terra lo scontrino una volta uscito.
  • Non sputare a terra i chewing gum (sinonimo anche di maleducazione), ma usa un fazzoletto o della carta, che poi riporrai in tasca.
  • Se utilizzi un fazzoletto, riponilo in tasca, per gettarlo poi nel primo cestino.
  • Se esci con il tuo cane, non dimenticare i sacchetti, e raccogli sempre i suoi bisognini.
  • Se apri una bottiglia in giro, non gettare a terra il tappo.
  • Se sei in auto non gettare mai nulla dal finestrino.
  • Non gettare mai a terra nessun tipo di rifiuto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...