W.J.T. Mitchell alla GAM con l’incontro “Method, Madness and Montage”

Mercoledì 20 aprile, ore 18:30, conferenza su metodo, follia e montaggio di immagini nel mondo odierno

La GAM inaugura un ciclo interdisciplinare di incontri serali nella Sala Conferenze del Museo con protagonisti internazionali dell’Arte, dell’Architettura e della Cultura in generale. Si parte riflettendo sulla nostra civiltà in un mondo globale traumatizzato ecologicamente e dalle guerre, in cui le immagini di violenza e di distruzione delle opere d’arte sono ormai all’ordine del giorno.

Atti discorsivi prende il via ospitando, in collaborazione con il Goethe-Institut Turin, W.J.T. Mitchell, uno dei più noti storici dell’arte e teorici dei media, docente alla University of Chicago, con una conferenza sul tema Metodo, Follia e montaggio di immagini. L’incontro si terrà mercoledì 20 aprile 2016, a partire dalle 18:30, presso la Sala Conferenze GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, in Corso Galileo Ferraris, 30 Torino.

L’intervento di W.J.T. Mitchell partirà dall’osservazione che le immagini non esistono soltanto in ambienti quali musei, libri e schermi pubblicitari ma diventano anche ambienti a sé stanti. Come “ambienti funzionanti” vanno dal Bilderatlas di Aby Warburg, passando per il Musée Imaginaire di André Malraux fino alle “situation room“ militari e alle bacheche forensi nei gialli e film di spionaggio. Sconfinando in una specie di iconomania, la “parete di immagini” è una forma di montaggio metodicamente motivata che civetta con la follia. Saranno trattati esempi dalla storia, dal cinema e dalla scienza forense. Sarà introdotto da Carolyn Christov-Bakargiev, direttore della GAM, e moderata da Danilo Eccher e Federico Vercellone.

W. J. T. Mitchell, studioso e teorico di media, arti visive e letteratura, esplora nei suoi studi la cultura visiva e l’iconologia dei media. È professore di letteratura inglese e di storia dell’arte alla University of Chicago. Seeing Through Race, uno dei suoi ultimi lavori, è uscito per la Harvard University Press nel 2012. Nello stesso anno è stato pubblicato in Italia per La casa Usher Cloning Terror. La guerra delle immagini. Dall’11 settembre a oggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...